I lacerti ed i graffiti della storica facciata sono stati oggetto di attento restauro con la seguente procedura attuata in accordo con la Soprintendenza Per I Beni Architettonici del Veneto:

  • rimozione dei depositi superficiali ed incoerenti;
  • pulitura a secco delle superfici;

  • preconsolidamento delle aree di disgregazione dello strato di intonaco e ristabilimento parziale dell’adesione e coesione con prodotti consolidanti applicati a spruzzo, a pennello o per impacco;

  • consolidamento dell’adesione tra supporto murario ed intonaco decorato e non e ricollegamento materico mediante iniezione di adesivi riempitivi;

  • pulitura ad impacco delle superfici decorate con impacchi con appositi soluzioni;

  • protezione superficiale finale.

  • restauro delle parti lapidee mediante pulizia delle superfici da trattare con apposite soluzioni, rimozione delle parti ammalorate, e ripristino dei volumi con resine e polveri di pietra, trattamento protettivo finale.

 

Go to top