1. PORTICO SU VIA SAVONAROLA

Consolidamento archi mediante perforazioni armate poste a raggiera inghisate con iniezione di resina epossidica semifluida.

  1. FONDAZIONI / SOTTOFONDAZIONI

Consolidamento delle fondazioni delle murature portanti del vano scala mediante affiancamento di travi di fondazione parallele  e travi ortogonali di collegamento e sostegno.

  1. MURATURE PORTANTI

Consolidamento delle esistenti murature portanti..

  1. VANO ASCENSORE

Realizzazione di vano ascensore con struttura realizzata in c.a., con la doppia funzione, oltre che di vano tecnico, di nodo strutturale posto al centro del’immobile.

  1. SOLAI

Solai in legno a doppio tavolato diagonale. Questa metodologia crea un sistema molto rigido creando uno schema di travi reticolari affiancate e sovrapposte.

La stratigrafia è la seguente:

  • travi principali in legno di abete stagionato della sez. di cm.16x19;

  • 1° tavolato ortogonale alle travi principali in legno di abete stagionato dello spessore cm.3;

  • 2° tavolato posto a 45° rispetto al precedente in legno di abete stagionato dello spessore di cm.3;

  • fissaggio dei 2 tavolati alle sottostanti travi principali con apposite viti;

  • aggancio alle murature portanti perimetrali mediante speciali staffe in acciaio, composte da piatti e tondini in acciaio, ancorati ai tavolati e ad opportune tasche ricavate nelle murature.

  1. MURATURE FACCIATE

Consolidamento delle murature di facciata con la seguente procedura:

  • intasamento delle lesioni presenti nel paramento murario tramite stuccatura e iniezioni a base di miscela di calce idraulica naturale a basso tenore di idrosolubili;

  • formazione di travi di consolidamento ed aggancio delle facciate

  • gli angoli verticali tra la facciata e i muri di spina sono stati consolidati con modo  a cuci- scuci della muratura.

Il solaio del cavedio è stato ricostruito.

Nuove murature realizzate con blocco in argilla espansa EdilLeca con funzioni anche di isolamento termoacustico.

  1. COPERTURA

Ricostruzione integrale della copertura con la seguente procedura:

  • ricostruzione cordoli perimetrali e travi/cornici di facciata di collegamento ed irrigidimento;

  • travi principali in legno di abete stagionato stondato tipo Uso Fiume;

  • morali porta tavella in legno di abete;

  • tavelle in cotto stuccate a faccia vista in malta di calce;

  • barriera vapore in telo di polietilene ad alta densità e polipropilene non tessuto opportunamente saldato con apposito nastro, con la funzione di ridurre il rischio di formazione di condensa, diminuire le infiltrazioni d’aria e ridurre le perdite di calore convettivo, impermeabilizzazione;

  • pacchetto per isolamento termoacustico costituito da 2 pannelli in fibra di legno, il 1° pannello spessore cm.6 d.150/160 kg/mc. e il soprastante 2° pannello spessore cm.2 d.240/250 kg/mc.;

  • pannello porta coppo in polistirene espanso estruso dello spessore di cm.6 rivestito in alluminio puro, con profili portanti ferma coppo forati con la funzione di fissaggio del pannello alla struttura, aggancio degli elementi di copertura e micro ventilazione dell’intercapedine;

  • coppi/canala inferiori nuovi con appositi denti antiscivolamento di aggancio al pannello porta coppo e coppi/coperta vecchi opportunamente selezionati e fissati con ganci ferma coppo in rame.

Le lattonerie sono in rame.

Canna fumaria per la caldaia ed un terminale prediposto per un’eventuale canna fumaria per caminetto per la taverna al piano terra, nonché gli sfiati delle colonne degli impianti idrici.

Predisposizione sulla copertura di una struttura in acciaio per la collocazione dei macchinari di raffrescamento dei locali.

  1. VARIE

Realizzazione della struttura grezza in c.a. e latero cemento del portico p. terra e terrazza p. 1°, come previsto nel Permesso di Costruire.

Go to top